Produzione Vinicola

Un territorio eccezionale

La promessa di un grande terroir

Geografia

Il territorio di Lucca presenta condizioni climatiche più fresche e pluviometria superiore rispetto a tutto il resto della Toscana: questo spiega la composizione dei blend tradizionali che, da secoli, affiancano al Sangiovese vitigni più precoci come il Merlot, il Ciliegiolo e il Syrah. In una situazione di riscaldamento globale questa configurazione è risultata particolarmente vantaggiosa e ha reso la zona molto interessante per lo sviluppo di vini di qualità. Vini che risultano forse meno esuberanti e meno concentrati rispetto a quelli del sud della Toscana, ma molto più sottili ed eleganti. Un pò come i vini di Borgogna rispetto a quelli di Bordeaux.

A Pieve S.Stefano tutto il nostro lavoro tende ad esprimere al meglio gli aromi complessi di questa particolarità e si ritrova in modo inconfondibile nell’eleganza, la freschezza e l’alta bevibilità dei nostri vini.

La posizione della nostra tenuta offre alla cultura dell’uva un ambiente particolarmente favorevole: l’altitudine dei vigneti, tra 180 e 290 m, l’esposizione Sud-Est / Sud-Ovest, la ventilazione, l’inclinazione compresa tra 10% e 20%, le escursioni termiche accentuate dalla presenza dei boschi circostanti… tutto concorre ad una maturazione ottimale dell’uva e alla freschezza dei vini, dotati della complessità degli aromi tipici del nostro terroir.

Geologia e pedologia

L’alta capacità drenante dei nostri suoli, naturale o rinforzata (in particolare nelle zone argillose), ci permette di sfruttare l’apporto in acqua senza inconvenienti per una giusta sanità dei vigneti, al fine di ottenere struttura nei nostri vini. La verietà morfologica dei suoli e sottosuoli (terreno in generale franco-argilloso, ricco in elementi minerali e povero di sostanza organica) sulle diverse parcelle della proprietà conferisce ai nostri vini una complementarità di struttura e d’intensità aromatica.